Friedrich Nietzsche a Torino

Friedrich Nietzsche Friedrich Nietzsche

Nel 1888, Friedrich Nietzsche si trasferì a Torino, città che apprezzò particolarmente, e dove scriverà L’Anticristo, Il crepuscolo degli idoli ed Ecce Homo (pubblicato postumo).

Nel 1889 avvenne infine il famoso crollo mentale di Nietzsche, probabile effetto di una patologia neurologica: è datata 3 gennaio 1889 la prima crisi di follia in pubblico; mentre si trovava in piazza Carignano, nei pressi della sua casa torinese, vedendo il cavallo adibito al traino di una carrozza fustigato a sangue dal cocchiere, abbracciò l’animale, pianse, finendo per baciarlo; in seguito cadde a terra urlando in preda a spasmi. Per molti è un episodio leggendario e Nietzsche si sarebbe piuttosto limitato a fare vistose rimostranze e schiamazzi per i quali venne fermato e ammonito dalla polizia municipale. Alla luce delle testimonianze riferite da Davide Fino, proprietario dell’alloggio affittato da Nietzsche, a Karl Strecker (alla fine del 1888) e alla sorella del filosofo, Elisabeth (nel 1889), si dovrebbe distinguere il presunto episodio “del cavallo” dal “crollo” di Nietzsche. Il primo risalirebbe alla fine ’88, mentre il secondo consisterebbe nella caduta dalla scalinata di piazza Carlo Alberto, dopo di che venne accompagnato a casa e “giacque due giorni sul divano, sempre parlando concitatamente da solo o scrivendo”.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Translate »
0
Would love your thoughts, please comment.x